Festival della Parola
2016
Presso la Villa Meli Lupi di Vigatto, da venerdì 1 a domenica 3 luglio, va in scena la III edizione del Festival della Parola di Parma.

Incontri colloquiali, mostre, spettacoli, concerti...
Il Festival della Parola di Parma ha una duplice finalità:
  • Rendere omaggio e dare visibilità a chi, nella propria vita e nella quotidiana manifestazione della propria professione, si è distinto per il rispetto della parola e verso la parola.
  • Coinvolgere e dare voce a personalità che, in campo artistico, sportivo, scientifico, imprenditoriale, culturale e sociale, rivestono nel proprio ambito il ruolo di “soggetti credibili”.
  • Generare nuovi stimoli, riattivare le coscienze e migliorare il senso civico. La parola sarà esplicata e declinata in alcune delle infinite sfaccettature che la compongono: intesa come suono, denuncia, canto, lotta all’omertà, dono, poesia, ricerca della verità, percorso di arricchimento, parola intesa anche come espressione dell’arte, in tutte le sue accezioni creative.
"Il filo conduttore della rassegna sarà quest'anno l'Italia: simboli, ricorrenze, tematiche legate alle varie facce dello Stivale, facce spesso discordanti se non, addirittura, opposte nella loro forza d'impatto. Il Bel Paese visto in alcune delle sue alterne accezioni: la nazione del genio e della creatività, ma anche luogo di sprechi e corruzione. Può tornare ad essere il Paese delle opportunità? Riusciremo a esaltare le nostre eccellenze e a trattenere i nostri migliori talenti?"
Manlio Maggio (Curatore del Festival)

Edizione 2016 | Gli appuntamenti in breve:

1 LUGLIO PROGRAMMA 2 LUGLIO PROGRAMMA ›› 3 LUGLIO PROGRAMMA


Edizione 2016 | Le mostre (Villa Meli Lupi - 23 giugno/3luglio)::

ALDA MERINI: NELL'ASSOLUTO DEMONE AZZURRO

Mostra a cura di Enzo Eric Toccaceli

In collaborazione con il Festival Orizzonti di Chiusi (SI)
Dal 29 luglio al 31 agosto la mostra sarà esposta presso il Museo Archeologico Nazionale di Chiusi.
www.orizzontifestival.it

Una delle più importanti e amate poetesse contemporanee, in una versione inedita e insieme usuale, estrosa eppure dolcissima, melanconica e ironica assieme ‐ è quella che emerge e ancora in fondo ci parla dalle immagini "domestiche" di Enzo Eric Toccaceli, che per virtù d'amicizia, perizia di fotografo e dedizione sinestetica, ha salvato e privilegiato proprio l'habitat concreto, la sua pur disordinata casa d'artista: ma soprattutto l'abitazione di un'intera vita, ispirata, tormentata e vera. In un bianco e nero struggente, fervoroso, si dipanano via via tutti gli scatti e le pose della sua giornata, affollata di libri e incontri, vestiti e oggetti, soprammobili e bigiotteria, versi e telefonate, acuti di famose romanze d'opera e ritornelli facili di suadenti canzonette popolari.

"Le parole che offendono sono l’urlo della nostra ignoranza"
(Alda Merini)


Edizione 2016 | Le inizative collaterali (Villa Meli Lupi - 1/3luglio)::

LUCI DELLA NOTTE

Nei tre giorni di Festival, al termine degli spettacoli serali, descrizione notturna del cielo, a cura di Marco Bastoni, che ci aiuterà a osservare in diretta il firmamento.


AIUTIAMO GLI ANGELI

Durante la “tre giorni” del Festival della Parola sarà possibile donare coperte, plaid, scarpe, giacconi. Il ricavato della raccolta sarà interamente destinato ai CITY ANGELS, che da anni in tutto il territorio nazionale prestano la loro preziosa opera di volontariato a vantaggio degli ultimi e dei più deboli.

Anche quest’anno, come nelle precedenti edizioni del Festival, i City Angels di Parma assicureranno gratuitamente un servizio di ordine e controllo.

In occasione dell’incontro che aprirà la III edizione del festival, sarà presente anche il fondatore dei City Angels Mario Furlan.

www.cityangels.eu
"Solo quando agisci, puoi dire davvero di avere deciso"
(Mario Furlan)
2015
Al Workout Pasubio da mercoledì 1 a domenica 5 luglio va in scena il Festival della Parola. Ingresso gratuito.

Dodici incontri d’autore tra libri, musica, teatro, radio, tv e web
Dalle narrazioni di Concita De Gregorio, Luca Telese e Giulio Cavalli alle voci di Matteo Setti e Valerio Jovine, dalla chitarra di Giandomenico Anellino alle note di Sergio Rendine e alle percussioni di De Marco & Bisogno

TRA GLI OSPITI DON MAZZI, SELVAGGIA LUCARELLI E CRISTIANO D’ALISERA, GIOVANNI FASANELLA, ITALO MOSCATI, ALESSANDRO GILIOLI E MONICA ZORNETTA, LEONETTA BENTIVOGLIO, GUIDO BARBIERI E IL QUARTETTO D’ARCHI DELL’ORCHESTRA DELL’OPERA ITALIANA

Puntata zero della II edizione di “Mamma Non Mamma” (Rai Radio 2)

I DIPINTI DI FRANCO FORTUNATO E I “QUADRI” DI PASQUALE PANELLA SUL SOLE 24 ORE


Dare i numeri a parole, cioè esagerare, vaneggiare perfino, o forse esplicitare, documentare. Parte da una suggestione che attinge al poeta, scrittore e paroliere Pasquale Panella la trama emotiva e artistica del Festival della Parola, giunto alla sua seconda edizione, che si svolgerà a Parma da mercoledì 1 a domenica 5 luglio.

Dodici incontri con autori, musicisti, attori, registi tra i più stimati e amati della scena culturale formano un percorso scandito da mostre, spettacoli, performance e concerti, in cui si intrecciano i diversi linguaggi del teatro e della satira, della pittura e del canto, della radio e della tv, del cinema e del web, del giornalismo investigativo e della solidarietà.

Le voci di Matteo Setti e Valerio Jovine, gli archi dell’Orchestra dell’Opera Italiana, la chitarra di Giandomenico Anellino e le partiture di Sergio Rendine, le percussioni di Domenico De Marco & Pierpaolo Bisogno, le narrazioni di Concita De Gregorio, Luca Telese e Giulio Cavalli, l’ironia di Francesca Fornario e le vignette di Stefano Disegni, le provocazioni di Selvaggia Lucarelli e le orazioni civili di don Mazzi, le controinchieste di Giovanni Fasanella e la creatività di Cristiano D’Alisera, le interviste di Monica Zornetta, i quadri di Franco Fortunato: loro e molti altri ospiti di spicco si alternano − per cinque giorni e cinque notti − sotto le navate del Workout Pasubio, un luogo scarno e magico di archeologia industriale, ex fabbrica metalmeccanica al centro di un programma di recupero e riuso.

Per l’associazione Rinascimento 2.0, promotrice del Festival della Parola con il patrocinio del Comune di Parma, la scelta di questo palcoscenico rappresenta quindi un investimento di idee, progetti, professionalità e offre alla città un’occasione da non perdere per la costruzione di un nuovo polo della cultura, delle arti, dello spettacolo e della formazione.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito (via Catania, traversa via Palermo).

Il Maestro Eleonora Paterniti, regista lirica, musicista, autrice televisiva Rai, firma la direzione artistica del Festival della Parola 2015. Suo ideatore nel 2014 e responsabile di questa edizione è Manlio Maggio. Il presidente di Rinascimento 2.0 è l’imprenditore Davide Battistini.

Il Festival della Parola si avvale della collaborazione dell’associazione multietnica e antirazzista City Angels e dall’associazione di volontariato Liberi dalla Nebbia.

Edizione 2015 | Gli appuntamenti in breve:

1 LUGLIO INIZIO FESTIVAL 2 LUGLIO PROGRAMMA ›› 3 LUGLIO PROGRAMMA 4 LUGLIO PROGRAMMA 5 LUGLIO PROGRAMMA


Edizione 2015 | Le mostre (WOPA 1 - 5 luglio):

"Dare i numeri a parole"
In mostra la rubrica di Pasquale Panella sul mensile IL del Sole 24 Ore

Dare i numeri a parole è il nome della rubrica del poeta, scrittore e paroliere Pasquale Panella apparsa a partire dal marzo 2012 in tutti i numeri del mensile IL, Idee e Lifestyle del Sole 24 Ore, diretto da Christian Rocca, nella sezione culturale Rane.
Ogni mese 2400 battute, spazi compresi, di divagazioni, versi e ghirighori.
Tutte ora riprodotte su “quadri” esposti per il Festival della Parola al Workout Pasubio.


"Sogni, pagine e suoni"
Dipinti e ceramiche di Franco Fortunato

Purezza figurativa. Sensorialità metafisica. Surrealismo fantastico. Dal 1° al 5 luglio Parma scopre i colori, le narrazioni e gli appunti in forma di quadri del maestro Franco Fortunato, che al Workout Pasubio espone una serie di opere, alcune tra le più emblematiche dei suoi celebri “cicli” e altre appositamente create per accompagnare l’ispirazione del Festival della Parola.

I personaggi di Pinocchio, il capolavoro di Collodi che all’artista parla sempre dei caratteri dell’Italia di oggi; le allegorie del Piccolo Principe, un cammino sentimentale che prende ancora per mano le nuove generazioni senza essere invecchiato nel corso del tempo; e ancora il ciclo di Moby Dick, quello del Vagabondo; fino alle scenografie per immagini che Fortunato ha estratto dai suoi molteplici linguaggi espressivi per dei memorabili allestimenti verdiani e mozartiani: Il Corsaro e Il Flauto Magico.
2014
La prima edizione del FESTIVAL DELLA PAROLA si è svolta presso gli Orti all'interno del Complesso Monumentale di San Giovanni di Parma - con ingresso da P.le San Giovanni 1 e B.go Retto - dal 16 al 20 Luglio 2014.

Grandissimi esponenti del mondo della musica, della scienza, della filosofia, della poesia, del giornalismo, dello sport sono stati i protagonisti di incontri promossi dall'Associazione Rinascimento2.0 in collaborazione con il Comune di Parma #Estatequi.

Una proposta che parte dalla potenza, dalla poliedricità, dalla suggestione e dalla bellezza della Parola come mezzo di espressione, di crescita e di condivisione. Una rassegna che si apre con un appuntamento unico in una curiosa e importante ricorrenza.


Edizione 2014 | Gli appuntamenti:

16 LUGLIO INIZIO FESTIVAL 17 LUGLIO PROGRAMMA ›› 18 LUGLIO PROGRAMMA 19 LUGLIO PROGRAMMA 20 LUGLIO PROGRAMMA
Sponsor

City Angels
Rinascimento2.0
Iniziativa organizzata e promossa dall’Associazione Culturale
Rinascimento2.0
via Emilia Ovest, 42/C 43126 Parma PI 02702830346 CF 92176360342
Tel. +39 0521 774646 / 774641   Fax +39 0521 775267   Email amministrazione[at]rinascimento2zero.it
credits
sito web FB Twitter Youtube